GIORGIOLIERE E IL MONDO DELL’ANIMAZIONE DI STRADA

GIORGIOLIERE E IL MONDO DELL’ANIMAZIONE DI STRADA

Da sempre clown e giochi di strada appassionano grandi e bambini, soprattutto durante le feste. Ne parliamo con un bravissimo artista del settore, Giorgio Maria Lagana’

Giorgio, come nasce la passione per il gioco e l’animazione?

Ho 25 anni, sono nato a Catania, sono un laureando in filosofia all’università della mia citta’, le mie passioni oltre la giocoleria e l’arte di strada sono i giochi da tavolo e gli origami, di cui sono un grande appassionato.

Mio padre, Roberto Laganà Manoli, che è venuto a mancare nel gennaio 2020, era un grande regista di opere liriche, si occupava di regia, luci e costumi ed ho avuto il piacere e l’onore di crescere dietro le quinte dei teatri in cui lavorava quando ero piccolo. Grazie a lui, sono cresciuto osservando le dinamiche e i processi che si celano dietro le grandi produzioni dell’opera lirica in Europa, all’età di 17 anni ho partecipato ad uno scambio culturale in Messico, li’ frequentai la scuola di circo professionale Circo Dragon e la prima volta che vidi un giocoliere fu in quell’occasione. Inspiegabilmente il mio cuore si riempì di una strana magia, poco dopo lo incontrai e vidi i miei primi spettacoli di clownerie. Tornato in Italia mi sono subito catapultato nel mondo dell’arte di strada, il piacere e il desiderio di poter trasmettere gioia stupore e felicità al mio pubblico in una maniera così semplice  è stato il motore immobile che mi ha portato a dedicarmi ed impegnarmi sempre di più nella giocolerie e nella clownerie, ma l’arte di strada non è solo intrattenimento o esibizione, dato che ha un fortissimo valore sociale e pedagogico. Tramite lo studio del clown, e i “fiaschi scenici” dello stesso, l’obbiettivo dei miei spettacoli è diventato quello di trasmettere al mio pubblico il valore della dedizione, lo stimolo umano che ci porta a riprovare anche dopo aver fallito, la capacità dell’essere umano di spingere i propri limiti oltre l’immaginabile, di compiere azioni straordinarie e di spingere noi stessi sempre e di più verso i nostri traguardi personali, accogliendo il fallimento non come una sconfitta ma come un punto di forza e di miglioramento per andare avanti. Tutto ciò avviene all’interno di un evento sociale incredibile, l’unione di sconosciuti in un contesto urbano casuale,  che condividono un momento di gioia,  interagiscono e socializzano, grazie all’artista di strada che si fa capro espiatorio di un momento di condivisione e socialità umana straordinario. Questi sono gli elementi che mi hanno fatto nascere e crescere come artista di strada, che mi danno la forza di continuare nonostante tutte le avversità, a portare in giro per le strade e le piazze questo messaggio.

La Sicilia, terra di pupi e marionette, e il teatro di strada: personaggi storici, eventi, manifestazioni a cui Lei partecipa spesso

Dalla piccola strada del paesino di montagna alla grande piazza di città in Sicilia trovo sempre un clima accogliente e positivo, dato che qui è molto potente l’influenza della socialità urbana, ci sono ancora bambini che giocano nel cortile sotto casa. Ritengo che sia importantissimo soprattutto in questi tempi promuovere questo aspetto, per non perdere l’immensa cultura e tradizione che pulsano in Sicilia.

Animazione per compleanni ed ospedali

Uno dei traguardi che ho raggiunto nella mia carriera è stato quello di laurearmi come operatore di circo sociale, ciò mi ha permesso di lavorare con i bambini diversamente abili o provenienti da contesti sociali in difficoltà. Grazie ai laboratori posso promuovere i valori di cui ho parlato prima in maniera più profonda e attiva.

Come si impara ad utilizzare le clave e a manipolare il fuoco senza correre pericoli?

Esistono tantissime scuole di circo, corsi online, workshop professionalizzanti, a mio parere pur non potendo mettere da parte le fondamentali basi tecniche ciò che fa la differenza nell’apprendimento di discipline psicomotorie come la giocoleria o per esempio la musica è senza ombra di dubbio la passione, la stessa che mi ha spinto a studiare ed informarmi sempre di più alimentando la mia sete di conoscenza.

Come si svolgono Aporia ed Induttivita’?

Aporia è il titolo di un mio spettacolo di strada, come parola significa  ” problema le cui probabilità di soluzione sono annullate in partenza dalle premesse”, ho scelto questo titolo perché  mi piace pensare che lo spettacolo di strada sia un evento straordinario, fugace e contradditorio al tempo stesso.

Quando lavoro in strada inizio scatenando degli eventi che non avverrebbero normalmente in quel luogo,  il primo passo è attirare l’attenzione di persone che in quel momento stanno svolgendo altre attività relative alle loro vite personali. Una volta avvenuto questo lo spettacolo si sviluppa in una dinamica di interazione diretta ed indiretta tra me ed il pubblico.

Rapporto fra spazio ed oggetto scenico e come si svolge il corso di Giocoleria

La manipolazione dell’oggetto scenico è un aspetto del teatro fisico in cui si analizza il ruolo di un oggetto all’interno dello spazio scenico, grazie alle tecniche di giocoleria si studia come rendere il più funzionale e interessante possibile la presenza ed il movimento di tale oggetto sulla scena, teatrale o non teatrale.

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani