ALBERTO CRISTINI E LA PITTURA SUL MARE

ALBERTO CRISTINI E LA PITTURA SUL MARE

Alberto Cristini è un bravissimo pittore che ha una particolarita’: dipinge in mezzo al mare e ai laghi, a lui la parola.

Chi è Alberto Cristini e come nasce la passione per la pittura?

Alberto Cristini, di Rovigo , pittore , scultore , scrittore con la passione per il mare e l‘invenzione di giochi per ragazzi 

La passione per la pittura e’ sempre stata presente in me,  il segno come linguaggio e come rappresentazione delle proprie emozioni , dalla predilezione per i paesaggi ,verso la ricerca di un proprio linguaggio 

Lei dipinge in mezzo alle onde, di fronte alle citta’ di mare piu’ caratteristiche: come nasce questa singolare attitudine e come è possibile nuotare e al tempo stesso riprodurre i paesaggi su tela?

La predilezione per la pittura di paesaggio , abbinata alla passione per la natura, l’ acqua in particolare mi ha portato a creare una tecnica particolare, la nuoto pittura , con cui attraverso un progetto chiamato ‘ cornici d’ acqua ‘ attraverso bracci di mare o laghi in tutto il mondo , completando al tempo stesso un quadro.

Quali angoli marittimi del mondo ha immortalato e quale le è rimasto di piu’ nel cuore?

Sono stato molte volte negli Stati Uniti , a New York nell ‘ Hudson , in California Canada, a Singapore e in Scozia , ma l’ emozione più grande è’ aver dipinto a Murano nella laguna veneta . In questo caso la natura si mescolava al fascino di palazzi antichi poi trasposti sulla tela .

L’energia dell’acqua e cosa comunica

Amo stare in acqua , nuotare , è una sensazione fisica  che mi piace .

L’ acqua  inoltre ,rappresenta un simbolo di libertà , la voglia di spazi infiniti ed è’ forse per quello che tanti soggetti dei miei quadri sono marini , in particolare del Delta del Po, vicino a dove abito io 

I maestri che Lei segue e cosa rappresenta per Lei la pittura

La pittura per me rappresenta una parte della vita stessa, non cerco una motivazione in lei ,se non nel pensare che rappresenti una funzione , come il respirare, o parlare con le persone. L’arte è linguaggio e forse attraverso la pittura cerco di trasmettere l ‘ amore per la vita  e per le cose solari.

Mi ritengo un pittore figurativo anche se spesso faccio delle digressioni verso l’ informale, abbandonando per periodi anche lunghi i miei soggetti prediletti, entrando in un mondo in cui il segno perde il suo significato iniziale .

Maestri di riferimento ? Sicuramente Chagall, Matisse, Picasso .

Sono previste mostre a breve?

Dopo un paio d’ anni in cui mi sono dedicato prevalentemente alla scrittura ,

e per me scrivere è come dipingere in aria , sono tornato alla pittura e alle mostre .

In autunno , ai primi di novembre,  inizierà una personale a Padova .

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani