“Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu” di Michelangelo Iossa chiude la rassegna Capri e Altrove

“Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu” di Michelangelo Iossa chiude la rassegna Capri e Altrove

Ultimo rendez-vous della seconda edizione della rassegna culturale Capri e Altrove, organizzata dal giornale L’Isolano in collaborazione con l’Associazione Culturale Maestro Paolo Falco con il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania, della Città di Capri, e con il prezioso supporto della Direzione Regionale dei Musei Campania. Dopo il grande successo dell’appuntamento con il giornalismo d’inchiesta di Sandro Di Domenico, domenica 5 settembre alle 19 sarà la volta di Michelangelo Iossa con la sua opera “Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu”, edita da Hoepli. Ed è proprio all’indimenticabile cantautore calabrese che è dedicata l’edizione 2021 di Capri e Altrove.

Il libro
A quarant’anni dalla tragica scomparsa dell’artista crotonese il giornalista e critico musicale Michelangelo Iossa con il suo volume ci presenta un Rino Gaetano che va oltre l’istrionico personaggio che, con il suo cappello a cilindro e la sua irriverenza, andò a sparigliare le carte dell’allora austero Festival di Sanremo con il tormentone Gianna. Nel libro – che vanta la prefazione di Sergio Cammariere e la testimonianza di Renzo Arbore – si ripercorre la vita di Gaetano, da Crotone a Roma, passando per il seminario di Narni, i suoi cinque album, le collaborazioni con musicisti di altissima caratura, e le sue canzoni impossibili da etichettare, la tragica fine a soli 30 anni in un incidente d’auto ed il vero e proprio culto che continua fino ai giorni nostri.

L’Autore

Michelangelo Iossa, giornalista e scrittore, collabora da quasi trent’anni con alcune delle più importanti testate italiane. Contributor del Corriere del Mezzogiorno – Corriere della Sera e di altri periodici del gruppo-RCS, ha firmato reportage, special radiofonici e televisivi. Dal 1999 è docente presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e cura due insegnamenti legati al mondo della comunicazione e il Laboratorio di Musicologia. Ha firmato libri su icone della musica italiana e internazionale, da Pino Daniele a Michael Jackson. Il suo penultimo volume è 007 Operazione Suono, del 2020, dedicato alle musiche della saga cinematografica di James Bond, mentre nel 2021 esce “Rino Gaetano. Sotto un cielo sempre più blu” edito da Hoepli. Iossa è tra i più autorevoli biografi italiani dei Beatles, a cui ha dedicato sei differenti libri pubblicati tra il 2003 e il 2016, e ha ricevuto il Premio per l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2004.

«Rino Gaetano è un cantautore atipico» – spiega Michelangelo Iossa – «nonostante tale definizione sia stata coniata da Ennio Melis e Vincenzo Micocci, discografici della RCA, proprio per indicare tre artisti della loro etichetta, De Gregori, Venditti ed, appunto, Rino Gaetano, che è stato colui che ha fatto da apripista alla scuola cantautoriale calabrese, da Mia Martini e Loredana Bertè fino al giorno d’oggi con Brunori e Aiello. L’atipicità di Rino Gaetano nasce dalla sua poliedricità che spazia dalla politica al teatro, fra il serio ed il faceto e quel tocco mediterraneo dato dalle sue origini. Sono felice di presentare il mio libro sull’isola azzurra» – continua Iossa – «è la prima volta dal 2003, da quando uscì il mio libro di esordio sui Beatles. Capri è l’isola del sogno e Rino ha cantato il sogno in tante forme spaziando dallo sberleffo alla poesia. Non dimentichiamo inoltre che Capri e Crotone, terra natìa di Rino, sono due luoghi intrisi di grecità. Infine, ricordo con piacere che sull’isola nel 2009 in occasione del Capri Art Film Festival ebbe luogo la premiere di E cantava le canzoni, uno dei primi documentari italiani sulla storia di Rino Gaetano».

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani