IL MONDO DI KETTY CAPRA

IL MONDO DI KETTY CAPRA

Ketty Capra, autrice e regista teatrale, ha da poco pubblicato un bellissimo romanzo ed ecco cosa ci racconta in merito.

Chi è Ketty Capra e come nasce “Noi2”?

Sono una donna che non si arrende mai e che ama osare e cimentarsi con il “nuovo”. Dopo una vita passata nel mondo finanziario, prima come procuratrice alle grida della Borsa Valori di Milano e poi come manager di importanti reti finanziarie, ho deciso di occuparmi esclusivamente di quella che è sempre stata la mia passione: il Teatro in ogni sua forma. Oggi sono attrice, autrice, regista e scrittrice, con all’attivo molti successi teatrali  e sono anche la Responsabile Nazionale di Metodo Pass e Fipass che, insieme all’Eps C.S.A.In. , promuovuono il primo e unico Campionato italiano di Arti Scenico Sportive Coreografiche e la conseguente trasmissione Tv. “Performer Italian Cup”.

 “Noi2” nasce dal bisogno di elaborare 2 eventi che mi avevano colpito come madre e come donna e la scrittura è un ottimo mezzo per farlo. 

Di che cosa parla e a chi si rivolge?

Il libro si rivolge a tutti, in particolare a chi ha dei figli e ha sperimentato la difficoltà del rapportarsi con loro sia in periodi normali che in quelli “normalmente” complicati. E’ un viaggio nel profondo di 2 anime. Una madre e una figlia alla ricerca dell’altra e di se stesse. Ma c’è un’altra persona di cui vanno disperatamente alla ricerca : il loro NOI2.

E’ una storia vera o autobiografica?

Non è una storia autobiografica ed è un vero e proprio romanzo , ho immaginato una madre e una figlia molto diverse da me e Viola (mia figlia e mia compagnia di scena nella pièce teatrale) proprio per allontanarci il più possibile da noi. Alice è una precisina, un pò “seganervi” e secchiona mentre sua madre è una ginecologa divorziata , molto concentrata sul lavoro e poco sulla casa, unico punto in comune tra le 2 donne è  Totonno, il gatto.

Il Suo rapporto con il teatro…

Il  teatro per me è passione, vita, urgenza… Adoro pensare a cosa mettere in scena, scriverlo e realizzarlo…E’ vero quello che si dice sul Teatro: può essere veramente elaborazione e salvezza. Io amo portare in scena quasi esclusivamente inediti perché  ritengo che ci sia sempre qualcosa di nuovo da dire  e che bisogna raccontare il presente e lasciare un  “pensiero” agli spettatori. Da qualche anno sono concentrata anche sull’insegnamento e cerco di aiutare i miei allievi a preparare monologhi inediti scritti da loro, con il mio aiuto.

Cosa sono “Milanesi per sempre” e “Lombardi per sempre”?

“Milanesi per sempre” è un’antologia di 26 racconti che parla della Milano di oggi e di ieri, vista con gli occhi di chi ci è nato e di chi l’ha scelta come luogo per viverci e lavorare. “Lombardi per sempre”, l’antologia di cui sono curatrice, allarga lo sguardo a tutta la regione, ponendo attenzione sui capoluoghi di provincia e sulle mete turistiche più interessanti e uscirà dopo l’estate.

Di che cosa si occupano il Metodo Pass e Performer Italia?

Metodo P.A.S.S. promosso dalla FIPASS (Federazione Italiana Performer Arti Scenico-Sportive) e riconosciuto dall’Ente di promozione sportiva CSAIN (Centri sportivi aziendali e industriali, uno degli enti di promozione sportiva riconosciuto dal Coni), ha aperto, nel 2016, la strada verso il riconoscimento e la certificazione di una figura professionale sempre più complessa e richiesta nello scenario dello show business dove, la contaminazione e l’intreccio tra le principali discipline artistiche ( Arti circensi, Recitazione, Canto e Danza) è sempre più diffusa.

MetodoPass ha creato il format Tv “Performer Italian Cup”che organizza, nelle dinamiche di crescita di tutto il settore, dei campionati tra le nuove figure, per stimolare la competizione e per offrire una concreta opportunità di visione da parte degli operatori di mercato. 

Tutti i finalisti hanno  la possibilità di esibirsi davanti ad una giuria composta da produttori, registi, coreografi e discografici di fama nazionale ed internazionale.

 Grazie a Coppa Italia e ai nostri campioni, suddivisi per categorie e livelli, abbiamo potuto formare il primo Albo dei Performer Italiani che ogni anno si arricchisce ulteriormente grazie ai nuovi talenti selezionati.

Sono previste presentazioni online?

Mi piacerebbe farle ma al momento abbiamo pensato solo ad eventi in presenza (sempre in osservanza alle normative covid 19) perché  la voglia di guardarsi negli occhi è tanta. Speriamo di riuscire presto ad abbinare alla presentazione del libro anche lo spettacolo, sia io che Viola sentiamo il bisogno di ridare vita ad Alice e alla sua mamma.

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani