DON ROMANO NICOLINI CI PARLA DEL LATINO

DON ROMANO NICOLINI CI PARLA DEL LATINO

Il latino, lingua classica per eccellenza, non passa mai di moda ed è molto importante che i giovani lo studino già dalle scuole medie per conoscere meglio la bellezza della nostra lingua italiana. Ne parliamo con un grande esperto, Don Romano Nicolini di Rimini.

Don Romano, come nasce l’interesse per il latino e perché è importante introdurlo alle scuole medie?

Il mio interesse nasce dal fatto che ho frequentato il liceo classico. Nelle  medie , essendo  scuole dell’obbligo (ovvero: dove si apprendono i fondamentali di tutta la conoscenza ) è essenziale che si elargiscano la basi della lingua latina poiché essa è parte della nostra cultura ed anche perché ogni italiano, nel suo cammino quotidiano, si imbatte sempre almeno in una scritta latina.

Il rapporto con questa lingua antica da parte dei ragazzi e le differenze rispetto al greco, altra lingua classica

Il greco è chiaramente necessario a chi si impegna nella competenza medica ma non è indispensabile per un cittadino qualsiasi. Per tale motivo, anche  se fortemente incoraggiato, non ritengo necessario elargire la basi della lingua greca  nella scuola dell’obbligo.

Che cos’è il Premio Ludus Latino e a chi si rivolge?

Il Latinus Ludus, cui ho dato vita 35 anni fa, è un premio amichevole ( LUDUS=GIOCO) per quei ragazzi che già studiano la lingua latina nei licei. NON è una gara ma una simpatica competizione fra amici.

Quali difficoltà presenta il latino a livello di sintassi e grammatica e in che cosa è diverso rispetto all’italiano?

Il primo ostacolo è quello derivante dal fatto che il latino non ha gli articoli per cui i ragazzi fanno fatica a capire che il senso di una parola si deduce dalla desinenza.  Tuttavia, con un poco di pazienza, si perviene abbastanza facilmente a comprendere la struttura della lingua latina.

Come nasce il libretto in inglese dedicato al latino?

Ho compilato il libretto ( che può essere richiesto gratuitamente via email a  lingua.latina2000@gmail.com)  nella versione italiano-latino ma poi, per venire incontro anche ad una giusta  richiesta di competenza in inglese, l’ho fatto tradurre nella versione inglese-latino.

E’ possibile imparare il latino tramite corsi online o è sempre meglio con l’insegnante di persona?

I corsi online sono una gran bella soluzione ma il rapporto interpersonale , secondo me, è tutta un’altra cosa. Come si fa, per esempio, a trasmettere l’ammirazione per un verso di Virgilio se non si è in contatto personale? Ecco il mio recapito:

 Nicolini Dott. Romano – Via di Mezzo, 1 —   47923 RIMINI (RN) – Tel. 0541718846 –  339 84 12 017 , indirizzo email:  nicoliniromano40@gmail.com    e     lingua.latina2000@gmail.com

Come  proporre il latino a tutti?

Semplice: basta dire che si spiega come era strutturata la lingua ITALIANA dalle origini fino ( quasi) all’anno Mille.

Spiegando le basi ( declinazioni, coniugazioni, qualche complemento) non si toglie nulla al complesso della grammatica italiana.

AGGIUNTA : in certi posti accade che le banche elargiscano diversi euro a quelle scuole medie nelle quali, in proporzione al numero complessivo degli iscritti, c’è il maggior numero di ragazzi che apprendono le BASI della lingua latina.  Motivo: “Se dobbiamo fare un regalo alla scuola, lo facciamo a quella nella quale si dimostra che la gente vuole imparare, farsi una cultura”.

I libretti sono nel formato italiano-latino e inglese-latino :  sono del tutto gratuiti. Anche il libretto di introduzione al greco è gratuito (àpeyros).

E’ vero che lo studio del latino non è previsto nel piano pedagogico delle medie ma non è nemmeno proibito!     

   In filosofia si studia il valore del “ clangor rerum= rumore, chiasso delle cose”. Ovvero: se un bambino immigrato non sa nulla di noi e va ad abitare a Maranello, deve per forza imparare a sapere cosa è la Ferrari.    Così, in parallelo : se un italiano passa  davanti ad una scritta latina, qualcuno gli deve aver spiegato come fare a capire  il “ rumore delle cose”, cioè delle scritte in cui si imbatte. Sarebbe come scrivere: “ Veleno” e non insegnare a leggere e scrivere. Mah!    

  INCREDIBILE MA VERO : il premier della  Inghilterra, Boris Johnson, è un fanatico latinista/grecista. Ha scritto un libro : “IL SOGNO DI ROMA” nel quale, per oltre 250 pagine, si domanda come mai una persona nata in Lusitania, Iberia, Britannia, Dacia, Palestina ( San Paolo)….. facesse l’impossibile per potersi dichiarare “ Civis romanus”. L’Autore parla di Roma con elogi da lasciare tramortiti. Se qualcuno ha amici in Inghilterra gli chieda se è vero che, per merito di Boris Johnson, è già diventata legge la scelta di impartire a tutti le BASI della lingua latina. Wonderful! Tenetemi informato.

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani