MARCO MARTUCCI E IL PRESENTE PASSATO

MARCO MARTUCCI E IL PRESENTE PASSATO

Oggi siamo con il giovane autore Marco Martucci, già con diverse opere di successo alle spalle e che ci parla del suo ultimo romanzo, “La perfezione”

Chi è Marco Martucci e come nasce la passione per la letteratura?

Scrivo da sempre. Da giovanissimo, come molti, poesia, poi mi sono appassionato alla narrativa. Come è successo ad alcuni della mia generazione ho sentito all’inizio l’influenza di Andrea De Carlo, poi sono venuti molti altri riferimenti letterari. Impossibile citarli tutti, ma da Stephen King a Mario Vargas Llosa ho spaziato tra generi diversi. 

Di che cosa parla “La perfezione” e cosa cerca di comunicare?

“La perfezione” è un romanzo e indaga le relazioni, racconta l’amore nelle forme e dalle conseguenze più sincere. Due ventenni si lasciano davanti al lungomare di Pozzuoli. Vent’anni dopo sono adulti all’apparenza felici, ma ingabbiati da un mistero irrisolto, serbato fin dalla giovinezza. 

E’ una storia vera?

No, ma spesso nei romanzi si incontra un po’ di quel che gli autori trattengono intimamente. 

Il presente passato…

Presente e passato possono sembrare infinitamente distanti ma sono collegati, sempre, inevitabilmente. Il romanzo è costruito sui due piani temporali. Ricongiungerli potrebbe servire a risolvere le incompiutezze. 

Il ruolo di Napoli e della politica nella vicenda

Napoli è centrale, con la bellezza piovuta dal cielo e le fatiche eterne e palesi. Ma la bellezza vince, dove cielo e mare arringano ci sarà sempre spazio per i sogni.  La politica: Diego, uno dei protagonisti, è candidato a diventare Presidente del Consiglio. Non sarà facile alla fine per lui che viene dalla società civile fare i conti con i tanti compromessi accettati. 

Di che cosa parlano gli altri Suoi romanzi?

L’amore, il desiderio e spunti di critica sociale sono sempre presenti nelle storie che racconto.

Sono previste presentazioni online?

Ne ho fatte un paio. Sono però in programma eventi in presenza in varie regioni. I più immediati cadono a Napoli dal 13 al 15 maggio, poi il 26 a Bologna, e ancora Milano, Firenze, Roma, e altro a seguire. Sul mio profilo Facebook cerco di informare i miei lettori. Seguitemi!

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani