ANTONIO VALMAGGIA E LE VITE PRECEDENTI

ANTONIO VALMAGGIA E LE VITE PRECEDENTI

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha senz’altro vissuto la singolare esperienza di familiarità verso un luogo od una persona in realtà mai visti prima, e questo spesso fa pensare a legami karmici: ne parliamo con una grande esperto, il Prof. Antonio Valmaggia.

Chi è Antonio Valmaggia e come nasce l’interesse per la reincarnazione?

Sono un ipnologo e sono il fondatore e il Presidente di Past Life Regression School – Italia, la prima Scuola italiana della regressione alle vite passate. Sono inoltre docente di ipnosi alla Kimyo Academy, l’Accademia che propone in Italia e all’estero il Master in ipnosi regressiva alle vite precedenti che forma i nuovi ipnologi. Mi sono formato in Europa e negli Stati Uniti e in India ho percorso numerose vie spirituali per il risveglio e l’autorealizzazione.  Dal 1989 animo corsi sulla conoscenza interiore e la realizzazione di sé con l’ausilio dell’ipnosi. Durante i miei 32 anni di attività come ipnologo ho fatto regredire quasi 5.000 persone. Attualmente sono consulente di ipnosi regressiva per case di produzione cinematografiche e radiotelevisive https://viteprecedenti.com/antonio-valmaggia
Il mio interesse per la reincarnazione nasce già da bambino. Sono un “Figlio d’arte”, mia madre era una sensitiva che credeva fermamente nella reincarnazione come mio nonno materno e mio padre si dedicava allo studio della parapsicologia.
Dalla mia famiglia fui incoraggiato da piccolo nell’interesse  delle esperienze spirituali di confine. Sperimentavo ogni tanto dei brevi “Slittamenti temporali” e in seguito, crescendo, delle vere e proprie regressioni spontanee a vite precedenti. La svolta determinante l’ebbi però quando mi sottoposi alla mia prima vera seduta di regressione alle vite precedenti a Parigi tantissimi anni fa. Una psichiatra e sensitiva statunitense che viveva da tempo nella capitale francese mi fece regredire ad una mia vita passata. Quella mia prima esperienza guidata mi fu rivelatoria. In considerazione del grande risultato positivo che ne ebbi, continuai con entusiasmo a sottopormi a queste sedute. Mi resi conto subito che oltre al piacere e alla gratificazione di scoprire chi ero stato in altre vite, la mia vita a seguito di queste sedute cambiava molto positivamente. Scioglievo dei nodi di natura karmica, comprendevo delle cose che non mi erano mai state chiare di questa mia vita attuale, mi evolvevo, stavo meglio, miglioravano i miei rapporti interpersonali, ero più aperto, più libero, in sostanza stavo molto meglio! Sentivo di aver scoperto, o meglio riscoperto, uno strumento straordinario: la regressione ipnotica alle vite precedenti! Non potevo tenere solo per me questo preziosissimo strumento, dovevo condividerlo, dovevo avvicinare più persone possibili a questa pratica così affascinante ed efficace! Fu così che presi la decisione di formarmi professionalmente a questo approccio per proporlo poi anche ad altri.

Come è possibile risalire alle vite precedenti ed in quale modo questo ci può aiutare a risolvere i problemi di questa vita?


Anche se a volte si riesce spontaneamente attraverso un déjà vu o un sogno a rivivere da soli dei frammenti di vite precedenti, il modo più diretto, completo ed efficace è quello di sottoporsi ad una seduta di ipnosi regressiva alle vite precedenti.
Con la regressione esse si rivivono, si scoprono gli errori del passato e si comprendono le lezioni che si porteranno nell’esistenza attuale migliorandola. Alcuni dei benefici, tra i tanti, che si possono ottenere con la regressione sono:
◾L’emozione di un viaggio spirituale in “altri luoghi” e in “altre esistenze” per ritrovare la bellezza di chi si è stati e di chi si è ora veramente
◾La meraviglia della scoperta del proprio “Progetto di Vita” grazie al significato delle consapevolezze affiorate
◾Il piacere di migliorare il rapporto con se stessi e con gli altri
◾La soddisfazione di conoscere il perché, l’origine, dei tratti peculiari del proprio carattere, le inclinazioni, le preferenze, gli interessi, ecc…
◾La gioia di raggiungere la completezza e l’individuazione del  Sé
◾La felicità di ritrovare l’anima gemella e i gli amori del passato per comprendere e vivere al meglio gli affetti attuali
◾Il dono di ricevere, attraverso la comprensione del Karma, le lezioni dell’amore e della compassione
◾La possibilità commovente di accogliere messaggi spirituali dai cari defunti
◾Ma sopra ogni cosa la splendida certezza di sentirsi realmente degli esseri immortali ed eterni che hanno vissuto prima e che vivranno ancora di nuovo…

Quali sono i più grandi Maestri in questo settore che Lei ha seguito?


Principalmente sono Raymond Moody, Brian Weiss, Ian Stevenson e alcuni maestri indiani di religione induista. Raymond Moody, psichiatra statunitense, nella seconda metà degli anni Settanta riconcepì in chiave moderna l’ipnosi regressiva alle vite precedenti e la rese facilmente fruibile per l’uomo occidentale contemporaneo. Moody divulgò negli USA nel 1975 la pratica della regressione ipnotica alle vite passate grazie al suo famoso best seller “La vita oltre la vita”, pubblicato poi anche in Italia nel 1977 e  con le sue ricerche e sperimentazioni sull’ipnosi regressiva e la reincarnazione conseguì la cattedra degli studi della coscienza all’università di Las Vegas, in Nevada. Brian Weiss www.viteprecedenti.com/brian-weiss anch’egli statunitense, direttore del dipartimento di psichiatria della Columbia University, ebbe un grande successo editoriale con i suoi libri di carattere narrativo sulla reincarnazione e la fece conoscere a tutto il mondo. Ian Stevenson, psichiatra di origine canadese, alla Virginia University, l’università pubblica di ricerca di Charlottesville, introdusse studi riguardanti la reincarnazione e la regressione ipnotica alle vite precedenti. Stevenson analizzò con prassi scientifica centinaia di casi, sopra tutto di bambini, portando prove sorprendenti dell’esistenza delle vite precedenti!
Infine i maestri indiani con i quali ho approfondito l’argomento seguivano gli insegnamenti lasciati dal filosofo Patanjali (900 a.C.), il quale considerava le regressioni ipnotiche come “Una nascita a ritroso in grado di purificare il karma accumulato nelle vite precedenti”.

 Ci può raccontare qualche episodio particolare avvenuto durante una delle regressioni?


Avrei tantissimi episodi molto interessanti da raccontare ma quello che ora amo di più ricordare è quello che si riferisce ad un caso di xenoglossia. Xenoglossia (dal gr. ξένος “straniero” e γλῶσσα “lingua”), ovvero la persona in stato di trance ipnotica parla in una lingua a lei del tutto sconosciuta e può anche cambiare la voce: se è una donna, per esempio, parla con voce maschile. La probabilità di essere la reincarnazione di qualche personaggio storico famoso, non è zero ma è molto vicina ad esserlo. Se andiamo indietro nel tempo moltissimi abitanti della terra erano ancora semi-analfabeti, probabilmente erano solo degli umili contadini. Le vite passate erano socialmente minime, anche se potevano avere lo stesso una grande dignità umana. E’più probabile essere la reincarnazione di un modesto ed illetterato mugnaio olandese del 1600 piuttosto che essere la reincarnazione di Napoleone o di Elisabetta I Tudor Regina d’Inghilterra! Si tratta semplicemente di calcoli statistici, il 99% dell’umanità nei secoli passati era rappresentata dal popolo minuto, le case nobiliari alle quali qualcuno spera di appartenere come reincarnazione erano pochissime e numericamente irrilevanti. Ho avuto però un caso che invece è una clamorosa eccezione, l’unica sperimentata in tutta la mia carriera di ipnologo! Più che una rarità è un’esperienza che ritengo unica. Si tratta di una persona, una pensionata romana che fece una seduta con me e che era la reincarnazione di un autentico personaggio storico: Matteuccia da Todi, la prima strega messa al rogo in Italia. Correva l’anno del Signore 1428 ed eravamo a Todi, il 20 marzo… Dopo la sconcertante esperienza di questa persona fu fatta una ricerca presso gli archivi storici del Comune di Todi che confermarono al 100% la veridicità del racconto emerso in stato di trance. Nel mio libro di prossima pubblicazione riporto per intero tutto il testo della regressione al quale ne rimando la lettura.

Il mondo del cinema ci ha regalato veri capolavori in questo senso: quali sono i più importanti?

Personalmente ho molto apprezzato “Nosso Lar” di cui consiglio la visione. Si tratta di un film del 2010 diretto da Wagner de Assis e basato sull’omonima opera di Francisco Cândido Xavier, uno scrittore e filantropo brasiliano. Il film, interpretato da attori famosi delle serie televisive sudamericane, ottenne oltre un milione e mezzo di spettatori solo durante la prima settimana di proiezione nelle sale brasiliane!

 E’ prevista la pubblicazione di un Suo libro contenente testimonianze ed esperienze?


Sì certo, a breve. Il libro avrebbe dovuto essere pubblicato già lo scorso anno ma a causa del Covid è stato tutto posticipato all’estate-autunno di quest’anno.

Per contattare il prof. Valmaggia per sedute individuali o per partecipare al Master in ipnosi regressiva alle vite precedenti:
www.kimyoacademy.it
www.viteprecedenti.com

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani