MARISTELLA FACCIO: DAL SOLE DELLA CALIFORNIA

MARISTELLA FACCIO: DAL SOLE DELLA CALIFORNIA

Maristella Faccio è una giovane e simpatica ragazza che da tempo vive in California: a lei la parola dalla terra del cinema e delle spiagge assolate.

Chi è Maristella Faccio e come nasce l’esperienza in California?

Maristella e’ una donna matura nata e cresciuta a Verona, dove ha lavorato per anni in diverse aziende come impiegata. I viaggi sono sempre stati la sua passione, girare il mondo conoscere culture ed etnie differenti è sempre stato la sua curiosità.

Sono partita 10 anni fa per la California, seguendo corsi di studio in una scuola Internazionale, ho scelto San Diego perche’ la conoscevo gia’ nei precedenti viaggi.

Mi sono innamorata di questa citta’ tranquilla, non troppo caotica e con meno criminalita’.

Verona mi stava stretta da parecchio tempo e la voglia di fare un cambio era nella mia mente da diverso tempo: sentivo che era arrivato il momento giusto, la mia citta’ non aveva piu’ niente da offrirmi.

Avendo un carattere forte, determinato e con tanto coraggio mi sono decisa, consapevole, di lasciare la mia famiglia e gli affetti piu’ cari  per fare questo salto. Il rischio fa parte del gioco, soprattutto quando non si e’ piu’ giovanissimi. Amo le sfide!”

 Di che cosa si occupa a San Diego e come mai la scelta di questa città?

Qualche anno fa avevo aperto un mio ristorante, questa esperienza mi ha arricchito molto e l’Hospitality mi ha coinvolto molto..

Ho iniziato da sola, unico punto di riferimento un mio amico americano. La ristorazione in America e’ molto diversa dall’Italia, e’ piu’ facile e semplice, anche per la parte burocratica.

Dopo questa esperienza che mi ha dato molto soddisfazioni e sacrifici, sono sempre stata nel settore, dove lavoro nella ristorazione, catering ed eventi.

San Diego e’ una citta’  vivace e vivibile, molto turistica, quindi l’Hospitality in genere e’ il business numero uno e sta crescendo continuamente  come hotels, ristoranti, festival, ecc.

E’ poi nella lista di una delle citta’ con poca criminalita’, offre spiagge spettacolari dove il surf e’ molto praticato.”

Differenze di vita fra Italia ed Usa 

Non dimentichiamo che gli Stati Uniti e’ il paese della liberta’, persone da tutte le parti del mondo, tante culture diverse con rispetto reciproco.

Qui vali come persona e per cosa sai fare; l’eta’, da dove vieni non ha importanza, cosa che in Italia e’ la prima domanda che ti fanno ad un colloquio di lavoro.

L’americano e’ sempre gentile e sorridente e se hai bisogno di aiuto si fa avanti.

In Italia, poi io parlo della mia citta’, Verona, e’ molto provinciale, trovo che le persone siano molto chiuse e bigotte. Questa differenza la noto sempre peggiorando quando rientro per vacanza.

La vita a San Diego e’ molto cara, come del resto tutta la California, quindi gli stipendi sono piu’ alti rispetto all’Italia e le offerte di lavoro non mancano.

La burocrazia e’ snella e veloce, tasse molto piu’ basse rispetto all’Italia.”

Clima e tradizioni tipiche della California 

“ Clima stupendo tutto l’anno, spiagge kilometriche, lo sport per eccellenza e’ il surf e running, tante maratone vengono organizzate ovunque nel fine settimana, proprio per il bel clima molti sport vengono praticati all’aperto.

La tradizione piu’ conosciuta qui sono le grigliate e barbeque , poi tantissimi festival, fiere e festeggiamenti in varie localita’ della California non mancano mai.

Ci sono molti ispanici che contribuiscono alla diffusione della lingua spagnola e agli usi e costumi del centro e Sud America.

La cucina californiana rispecchia lo stato che ha un enorme miscuglio di ‘flussi” (cinese, messicano, giapponese, italiano) e riflette la varieta’ etnica dei suoi abitanti.”

Come funziona il mondo della scuola e del lavoro rispetto all’Italia e quali sono i settori maggiormente gettonati per chi volesse trasferirsi?

Il sistema scolastico americano e’ in certi aspetti diverso da quello italiano, il metodo didattico usato e’ piu’ formativo che accademico e le lezioni frontali non esistono.

Gli studenti partecipano e interagiscono, presentano lavori di gruppo e ricerche individuali, hanno piu’ autonomia rispetto al metodo italiano.

Oltre al metodo didattico che cerca di preparare i ragazzi a un facile approccio alla vita professionale, gli studenti americani si avvicinano prima degli italiani al mondo del lavoro.

Le scuole americane dispongono di numerose aule dotate di tutto il necessario, laboratori scientifici, informatici, computer nuovi, ecc.

Chiaramente tutto questo ha un costo elevato, e le Universita’ sono costosissime.

Per quanto riguarda il lavoro c’e’ moltissima offerta, si ha la possibilita’ di fare part-time, full, orario flessibile ecc.

Parlando di San Diego turismo e ristorazione sono il business primario, poi se generalizziamo in tutta la California, l’informatica, la ricerca, medici e ingegneri sono figure molto richieste.

Per chi volesse trasferirsi, e poi dipende dove, ogni citta’ e stato ha i suoi punti forti per le offerte di lavoro.”

Di che cosa parla il romanzo “Sulla stella giusta”?

Un anno fa ho scritto il mio primo libro, dove parlo della mia avventura californiana, era da diverso tempo che avevo questo desiderio  e finalmente è arrivato il momento giusto.

Un racconto divertente, con aneddoti ironici, tanti sacrifici ma la voglia di riuscire era tanta che tutto passa in secondo piano.

Non mi stanchero’ mai di dire che chi non e’ soddisfatto di stare in Italia, giovani e meno giovani, con forza e coraggio e un pizzico di follia, se avete un progetto, un sogno, seguitelo, non spaventatevi del nuovo, uscite dalla zona comfort e mirate al vostro obiettivo.

Io sono molto grata all’America, mi ha reso ancora piu’ forte, mi ha dato quelle opportunita’ che mai in Italia avrei avuto.

Never give up, keep going!”

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani