ROBERTA PIERGALLINI, GIORNALISTA DI SUCCESSO, CI PRESENTA IL SUO PRIMO LIBRO

ROBERTA PIERGALLINI, GIORNALISTA DI SUCCESSO, CI PRESENTA IL SUO PRIMO LIBRO

Roberta Piergallini, giornalista RAI di punta, ha da poco pubblicato il suo primo bellissimo libro del quale ci parla in esclusiva.

La copertina del libro “Il corteggiatore perfetto

Chi è Roberta Piergallini e come nasce la passione per la scrittura?

“Roberta Piergallini è una sognatrice, romantica, determinata, con delle passioni ben precise, che ha cercato di trasformare nella sua professione.

Scrivere per me è sempre stato, fin da ragazzina, qualcosa di molto speciale. La passione per la scrittura è innata in me. Ogni volta in cui mi trovo di fronte ad un foglio bianco è come se mi trovassi di fronte ad una tela da dipingere.”

Di che cosa parla “Il corteggiatore perfetto” ed a chi si rivolge?

“Il corteggiatore perfetto” è un romanzo sentimentale, ma allo stesso tempo con degli “aspetti noir”, che racconta la storia di una giornalista, Angelica, sognatrice, determinata, alla ricerca del vero amore. Dopo una serie di incontri sbagliati, la protagonista conoscerà casualmente un uomo, un fotografo, che la colpirà per la sua forte personalità. Tale conoscenza sarà per lei illuminante: Angelica aprirà gli occhi su molti aspetti della propria vita, comprenderà i suoi errori precedenti e sarà più consapevole delle sue potenzialità. Purtroppo la protagonista del romanzo sarà, suo malgrado, anche vittima di stalking. Qui subentra l’aspetto un po’ noir del libro, perché sino alla fine il lettore non riuscirà a comprendere chi è il misterioso stalker di Angelica, che la perseguita e le invia inquietanti pacchi postali. ll libro si rivolge sia a uomini che a donne. Amo infatti definire il mio romanzo “Un libro per donne ed un manuale per uomini”.

Maurizio Costanzo (che ha scritto la prefazione del libro) e Roberta Piergallini

Il libro ha la prefazione del Maestro di Giornalismo italiano per eccellenza, Maurizio Costanzo: come nasce la vostra amicizia e quali consigli ti ha dato in merito al libro?

“Riguardo la nostra amicizia è una storia un po’ lunga. Forse non l’ho mai raccontata per intero. La prima volta che vidi Maurizio Costanzo dal vivo fu nel ’93:  con alcune classi del mio Liceo Scientifico Antonio Orsini di Ascoli Piceno, fummo invitati tra il pubblico per assistere ad una puntata di “Uno contro tutti”, protagonista era il nostro preside del liceo. Ricordo che durante quella puntata restai colpita dalla professionalità e dal magnetismo di Maurizio Costanzo, ricordo che il suo operatore (divenuto poi suo regista) il bravissimo Valentino Tocco, mi inquadrò spesso con la sua telecamera, mentre applaudivo e sostenevo il mio preside. Chi lo avrebbe mai detto che anni dopo avrei lavorato proprio con Maurizio Costanzo al teatro Parioli? Ma andiamo per gradi, nella primavera del 2003 ero a Roma, ospite di una mia cara amica. Ricevetti una chiamata da un mio conoscente di Fabriano, che stava venendo nella capitale per assistere al Costanzo Show: mi chiese se volessi accompagnarlo, io trovandomi già a Roma, accettai ed andammo insieme. Maurizio Costanzo in quel periodo stava facendo delle puntate particolari, in cui rivolgeva delle domande al pubblico ed a volte, se restava colpito dalla risposta che la persona interrogata dava, la invitava a salire sul palco. Così avvenne con me: Costanzo mi fece una domanda sull’amore, io risposi la prima cosa che mi venne in mente in quel momento, così di getto. Lui mi invitò a salire sul palco. Ricordo che il mio amico mi sorrideva e mi diceva di stare tranquilla. Purtroppo la puntata terminò ed io non feci in tempo ad essere intervistata, Costanzo chiese alla sua redazione di ricontattarmi per invitarmi in una puntata successiva.  Infatti fui chiamata, ma non riuscimmo ad accordarci in tempi brevi, perché  subentrò l’estate, in più io stavo preparando il mio ultimo esame universitario e la tesi di laurea. Fui ricontattata nuovamente più avanti e fui invitata ad andare ospite nel programma “Tutte le mattine” in diretta su Canale 5 e poi al “Maurizio Costanzo Show” su digitale terrestre, parliamo del dicembre 2005. L’argomento di entrambe le puntate era lo “stalking”:  io diedi la mia testimonianza, poiché  ne ero stata vittima circa un anno prima. Alla fine della puntata del Costanzo Show , Maurizio mi propose di lavorare con lui, nella sua redazione. Naturalmente accettai. Sono stati gli anni in cui ho imparato di più in assoluto: Maurizio per me è sempre stato un maestro di giornalismo ed allo stesso tempo il re della televisione italiana. Lo ringrazio davvero di cuore per aver scritto la prefazione del mio romanzo e per aver creduto in me. Riguardo la tua domanda sui consigli per il mio libro, Costanzo mi ha suggerito di approfondire le descrizioni relative alla protagonista Angelica e consigliato di terminare il romanzo con un finale “speranzoso”. Così ho fatto.”

Da sinistra l’avvocato Maurizio Cardona, la scrittrice Roberta Piergallini, la moderatrice Germana Zuffanti, la psicoterapeuta Caterina Signa, durante la presentazione del romanzo “Il corteggiatore perfetto” al Circolo dei Lettori di Torino”

Dove saranno le prossime presentazioni?

“Dopo aver presentato in anteprima (ad agosto) il mio libro a San Benedetto del Tronto nella cornice glamour dei Bagni Andrea, a settembre al Circolo Filologico di Milano ed a novembre al Circolo dei Lettori di Torino, la prossima presentazione sarà nella mia città, Ascoli Piceno, il 21 dicembre. Sto organizzando il tutto con l’assessore alla cultura Donatella Ferretti ed il sindaco Marco Fioravanti, che mi hanno proposto come location la storica Pinacoteca. A gennaio invece sarà la volta della mia città di adozione, Roma. Vi terrò informati su tutto.”

Davvero bravissima Roberta e per informazioni https://www.facebook.com/roberta.piergallini.1

Foto di copertina: Roberta Piergallini mentre presenta il suo  libro a Rai News 24

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani