“CONTRO IL VENTO ALTA È LA SUA FRONTE” DI MATTEO CAMPESE IN LIBRERIA DAL 28 SETTEMBRE IL ROMANZO D’ESORDIO DI “NESSUNO”

“CONTRO IL VENTO ALTA È LA SUA FRONTE” DI MATTEO CAMPESE IN LIBRERIA DAL 28 SETTEMBRE IL ROMANZO D’ESORDIO DI “NESSUNO”

“Contro il vento, alta era la fronte dell’uomo. Contro il vento, così quella del topo. Si trattasse di orgoglio, rigore o vanità poco importava. Erano vivi e responsabili della memoria da lasciare…”.

È la volontà di resistere che accomuna i due strani protagonisti di “Contro il vento alta è la sua fronte” di Matteo Campese (169 pagine, 17 Euro) pubblicato da Mursia nella collana Leggi RTL 102.5, nata dalla collaborazione tra Mursia e la prima radio d’Italia. Un romanzo psicologico, a tratti  esistenzialista, che cattura il lettore pagina dopo pagina portandolo a interrogarsi sul senso stesso della vita.

Che cosa fa un soldato rinchiuso in mezzo al deserto, senza guardie a sorvegliarlo, né altri condannati a condividere con lui il peso della reclusione? Resiste, semplicemente. Dopo i conti che già gli ha presentato l’esistenza, vivrà le ultime ore confinato in una prigione dimenticata tra le sabbie nord-africane a espiare le colpe di sé e degli altri. Assieme a lui, nella cella, un insospettabile e indesiderato compagno di prigionia che ascolterà i suoi pensieri senza poter mai replicare e gli estirperà le ultime convinzioni rimaste: il topo Mosè.

“Ho sempre sognato di raccontare storie e suscitare emozioni in chi mi ascolta. In radio spesso quando sono davanti al microfono e parte la musica chiudo gli occhi, immagino chi mi ascolta, dove si trova e cosa starà facendo. Forse sono Nessuno proprio per essere tutti, ed è questa mia voglia di dar voce agli altri, alle loro emozioni, ai loro pensieri più intimi che mi ha spinto a scrivere questo romanzo, ho chiuso gli occhi e ho visto il soldato e il topo.”, spiega Matteo Campese, “La radio e i libri hanno un potere straordinario in comune, quello di catturare gli ascoltatori e i lettori liberandoli, ne catturano l’attenzione liberandone l’immaginazione.”

Nel libro sarà Mosè ad ascoltare i ricordi di vita del soldato: l’infanzia ruvida, le carezze di un amore illusorio e quelle dolci di una Musa, le spedizioni militari, la vita in caserma, il motivo finale della sua condanna. Uno sguardo sull’elegante solitudine dell’essere umano, una storia di passione e resistenza di fronte all’indifferenza del mondo.

Matteo Campese, classe 1986, in onda su RadioFreccia con lo pseudonimo di Nessuno e inviato di RTL 102.5 ad X-Factor, è speaker, conduttore televisivo, autore, esperto di nulla, curioso di tutto. Ha all’attivo numerose conduzioni di format musicali e interviste. Compone poesie e spera di vivere abbastanza da ringraziare Springsteen di persona per avergli mostrato dal palco l’attitudine necessaria a fare onestamente la radio, a scrivere, ad essere ricordati vivi.

Francesca Rossetti

Francesca Rossetti

Giornalista iscritta all’albo, attiva nel Sociale e per i diritti umani