Nessun segno sulla neve di Daniela Alibrandi

Nessun segno sulla neve di Daniela Alibrandi

Mi è sempre piaciuta la neve. Quel chiarore che nasconde le tracce del passato, coprendole, come se non fosse avvenuto nulla. Un po’ come se tutto quel bianco cadesse per ammazzare i colori e far tacere i rumori, perché sì, la neve porta quel silenzio inconfondibile di pace. Era così che la pensavo, fino a che non ho letto il romanzo noir di Daniela Alibrandi: “Nessun segno sulla neve”. Da allora quel candore ha preso tutto un altro significato. Leggendo questo libro si entra nel mondo dei ricordi di giorni lontani, apparentemente celato da un presente frenetico, fatto di doveri e obblighi, ma con quel sapore così forte di nostalgia e voglia di eterna gioventù. Una perfetta descrizione degli anni che furono, in questo caso il ’68, avvolge il protagonista, un padre di famiglia, in maniera incatenante. Un uomo che vuole conoscere, sapere, scavare e che vorrebbe rimediare agli errori per non avvertire costantemente quella sensazione insaziabile allo stomaco.

Restando solo mi viene da pensare che si era stancata anche lei di questa strana storia, senza amore, meglio così. Però, da quando è uscita mi sento un po’ perso. Vagando in questo piccolo appartamento, che ora mi sembra immenso, l’unica cosa della quale mi riesce di essere sicuro è che non ho voglia di tornare a casa.

L’autrice possiede una capacità esemplare a voler raccontare un uomo insoddisfatto, sempre alla ricerca di nuovi brividi e avventure, impegnato a raffigurare un bravo padre, marito, amico, oltre che amante virile e geloso. E lo descrive delicatamente, dedicando ampio spazio ad ogni personaggio e ogni dettaglio che porta il lettore a viaggiare nel tempo. Una storia intrigante che nulla lascia per scontato e incolla l’attenzione ad ogni singola pagina. Il mistero viene costruito parola dopo parola, facendo nascere una domanda: ma la neve, che cosa c’entra?

A volte la notte, negli incubi che mi tormentavano, sognavo ancora quel momento e chiedevo solo di poter tornare indietro per non udire più, mai più, quella maledetta frase!

In Nessun segno sulla neve si incontrano i ragazzi del ’68, che oltre ad essere ‘rivoluzionari’ si divertivano, si amavano e cercavano di cambiare le cose in un mondo in evoluzione. Una serie di avvenimenti storici si intrecciano con una scenografia del crimine e conducono in un tunnel buio e stretto, in cui l’unica via di uscita è leggere il finale e trovare le impronte, se mai ci saranno, per seguirle e scoprire la verità. Daniela Alibrandi scrive con il suo stile riconoscibile, molto apprezzabile, ben studiato e armonico, che rispecchia la personalità di una donna coraggiosa e sincera, dolcemente accattivante. Nulla sarà più lo stesso, nulla è perduto e nessun segno ci sarà sulla neve se questa non cadrà. L’autrice non delude le aspettative del suo pubblico, né ci gioca, ma accompagna il lettore con cura in un vortice di indizi crescenti ed intelligenti verso una chiusura avvincente e inaspettata per poi lasciarlo andare serenamente. 

Nessun segno sulla neve, edito da Edizioni Universo, è disponibile in e-book: https://www.amazon.it/NESSUN-SEGNO-SULLA-Nuova-Edizione-ebook/dp/B01M4JNG4V

In cartaceo è già disponibile nella terza ristampa nelle seguenti librerie di Roma: A TUTTO LIBRO, ALTRO QUANDO, ARION PRATI e ASSAGGI, oppure direttamente alla casa editrice: 06.9941736. Ordinabile anche nelle librerie fisiche e online, come IBS e LibreriaUniversitaria ai seguenti link https://www.ibs.it/nessun-segno-sulla-neve-libro-daniela-alibrandi/e/9788890963421?inventoryId=53304187

https://www.libreriauniversitaria.it/nessun-segno-neve-alibrandi-daniela/libro/9788890963421

Daniela Alibrandi
L’autrice Daniela Alibrandi

Daniela Alibrandi è nata a Roma e ha trascorso l’adolescenza negli Stati Uniti. In campo professionale l’autrice, sposata e con due figli, si è occupata tra l’altro di Relazioni Internazionali. La scrittrice predilige il genere noir, ambientando le trame intrecciate e sorprendenti in periodi storici e sociali a noi vicini, fornendone originali chiavi di lettura. Con “Nessun Segno sulla Neve”, un thriller psicologico la cui trama nasce ai giorni nostri ma affonda le radici nel ’68 romano, l’autrice ha vinto il Premio Letterario Nazionale Circe 2013. Il libro, inserito in due collane editoriali, è stato scelto dal Comune di Roma per un evento culturale dell’Estate Romana. Nel 2012 con il romanzo “Un’Ombra Sul Fiume Merrimack”, un thriller ambientato in una cittadina del Nordest degli Stati Uniti durante il conflitto con il Vietnam, è rientrata tra i vincitori del Premio Internazionale Nanowrimo. Nello stesso anno è stato pubblicato il suo romanzo “Il Bimbo di Rachele”, un noir la cui trama affronta lo spinoso tema dell’aborto nella Roma degli anni ‘80. Con il potente thriller psicologico “Quelle strane ragazze”, totalmente ambientato nel suggestivo quartiere romano Coppedè o Magico nei primi anni Novanta, si è aggiudicata il Premio Letterario Nazionale Perseide 2014. Nel 2016 l’autrice ha pubblicato il noir italiano “Una morte sola non basta”, Del Vecchio Editore, definito dalla critica “un grande romanzo neorealista”, che affronta il tema della violenza di genere nella affascinante cornice di una Roma inconsueta, colta nelle sue trasformazioni dagli anni Cinquanta ai Settanta. Nel 2017, per L’Erudita di Giulio Perrone Editore, è uscito il suo libro “Il vaso di Bemberly”, una storia tenera che descrive la vita di una famiglia semplice alle prese con le sfide della crisi di oggi in un antico borgo italiano. Recentissima è la pubblicazione del suo romanzo di narrativa “Quella improvvisa notte a Venezia”. La sua vasta produzione letteraria comprende inoltre molti racconti brevi, pubblicati nella raccolta “I Doni della mente”, alcuni dei quali hanno vinto importanti premi letterari nazionali. Tutti sono stati pubblicati in vari settimanali e in un mensile della RAI. Da sempre incline alla scrittura, la Alibrandi ha vinto importanti premi letterari nazionali. Tra questi ricordiamo Il Volo di Pègaso, La Città e Il Mare, il Memorial Miriam Sermoneta, Mani in Volo, Nanowrimo, Premio Circe e Premio Perseide. È rientrata inoltre tra i finalisti del concorso nazionale La Memoria. Le sue opere, tre delle quali sono già state tradotte e apprezzate all’estero nelle edizioni inglesi di “A Shadow On Merrimack River”, “No Steps On The Snow” ed “Echoes of the Soul”, sono in catalogo anche presso l’Italian & European Bookshop di Londra. Nel maggio 2018, con l’opera inedita “Delitti fuori orario”, l’autrice è rientrata tra i finalisti del concorso “Romanzi in cerca d’autore” organizzato da Mondadori Store, Kobo Writing life e Passione Scrittore, conclusosi con la cerimonia di premiazione al Salone del Libro di Torino. Le opere della Alibrandi, sono presenti al Salone del Libro di Torino, al Book Festival di Pisa, al Book Pride di Milano e Piùlibripiùliberi di Roma e in altri importanti appuntamenti letterari.

L’autrice ha un sito italiano: https://danielaalibrandi.wordpress.com

Un sito inglese: https://danielaenglishwebsite.wordpress.com/

Una pagina autore Facebook: https://www.facebook.com/Daniela-Alibrandi-Autore-108488582556510/

Ed è presente in tutti i più importanti social network come Twitter, Linkedin, Pinterest, Istagram.

Maggie Van Der Toorn

Maggie Van der Toorn

Art- Director, autrice, sceneggiatrice, event planner, redattrice, language coach