Incroci di Francesco Landi

Incroci di Francesco Landi

Mi sono sempre chiesta se sono artefice del mio destino o preda di una forza che non controllo. Una domanda che mi ha fatto riflettere per parecchio tempo e che ha raddoppiata la mia curiosità quando mi è capitato tra le mani il libro di Francesco Landi intitolato “Incroci”. Un romanzo che apre le porte al fato e a strade parallele che inevitabilmente si incrociano. La storia di Carol e Trevor prende forma da un attimo. Succede in meno di un secondo che due persone si incrociano e si riconoscono in un profumo, un suono, un disegno, un tatuaggio. Nulla succede per caso, tanto meno in amore. Una decisione presa può donare una svolta alla vita, stravolgerla o arricchirla. Lo racconta molto bene l’autore, abile narratore con uno stile accattivante e realistico, giocoliere di parole ed emozioni che dipinge gli sguardi inattesi per consolidarli e donarli al lettore. Tutto è così intenso nel romanzo di Francesco Landi che conduce, senza scampo, ad una lettura coinvolgente e stimolante in cui spicca la sua vena artistica poliedrica. 

Se l’era fatta sfuggire qualche anno prima all’H5 e, nuovamente, quella sera al Gate One, il fato gli aveva voltato decisamente le spalle. E, a pensare, non erano state nemmeno le uniche due occasioni. A ogni buon conto, non sapeva quando l’avrebbe rivista, ma si ripromise, esattamente quella sera, che l’avrebbe conosciuta, a ogni costo e contro qualsiasi voglia forza uguale e contraria.

La storia si dipana nel corso di cinque anni, con ripetuti flashback nei quali i due protagonisti si sfiorano inconsapevolmente in svariate occasioni. Il punto cruciale si snoda da un sogno nel quale Trevor vede, come protagonisti, se stesso e una donna, di cui si innamora perdutamente, che poi scoprirà essere proprio Carol. Decide, quindi, di tatuare sul suo braccio disegni, simboli, tribali e frasi, dal significato oscuro e solo apparentemente indecifrabili – perché creati dalla fervida immaginazione di un enigmatico tatuatore dall’estro artistico – ispirati alla “donna del sogno”. Il tatuaggio simboleggia una sorta di work in progress capace di rappresentare ciò che il rapporto a distanza tra queste due persone, ancora sconosciute ma in progressivo avvicinamento, diverrà nel corso degli anni. Ogni incontro mancato, ogni sogno che vede come protagonista quella che lui ignora essere in realtà proprio Carol, costituisce per Trevor l’input per un nuovo tatuaggio, che, una volta completato, prenderà come per incanto vita, fornendo segnali in grado di tracciare, in un crescendo di indizi e rivelazioni, un ideale percorso verso l’ineluttabile incontro.

Il silenzio non deve necessariamente essere rotto dal suono delle parole. Il silenzio è ciò che incornicia la parole che si vanno a dire. Solo così potranno avere un peso. Solo così potranno essere ricordate.

Incroci” parla di due anime: due vite che si attraggono come onde create e separate dall’immensità dell’oceano con la continuità di movimento. Due destini paralleli, un libro, Il piccolo principe, un foglio con strani segni portato dal vento e quel almanacco di mistero che fa coincidere gli eventi. Ogni libro ha un suo perché, come un sogno, un simbolo e una risposta. L’autore collega fatalità al buon senso per narrare una storia intrigante e misteriosa che sveglia l’istinto primordiale del lettore a voler scoprire la verità. Riusciranno Trevor e Carol a far incrociare le loro linee nel cielo? Succederà o no? è la domanda pertinente. Solo chi legge saprà. E chi legge “Incroci” sentirà le note di Miles Davis, ma con le parole di Francesco Landi, composte con grande sensibilità, in un romanzo che fa sognare e sperare nel destino, qualunque esso sia.

L’autore Francesco Landi

“Incroci” edito da Letteratura Alternativa (aprile 2019), scritto dall’autore Francesco Landi, nato nel 1970 a Venezia, dove attualmente vive e svolge la professione di avvocato. Compositore di musica e strumentista di chitarra e tromba, è studioso di musica fin da giovanissimo. Appassionato al jazz di Miles Davis e Chet Baker, ha raccolto le sue piu importanti composizioni nel CD “GPF”, inciso nel 2015 e presentato in vari tour nel territorio. Già autore di racconti, l’opera “Incroci” rappresenta l’esordio letterario che racchiude in un unicum la sua passione per la musica, il disegno e la letteratura.

Incroci è disponibile in libreria, nei book stores e sul sito:

https://www.letteraturaalternativa.it/shop/narrativa-italiana/incroci-francesco-landi/

Maggie Van der Toorn

Art- Director, autrice, sceneggiatrice, event planner, redattrice, language coach